2022.04 Riconoscere i segnali precoci nel disturbo dello spettro autistico. Strumenti e metodologie per l’inclusione

Presentazione del corso

Il corso si compone di quattro lezioni teoriche e pratiche che hanno lo scopo di permettere ai partecipanti di approfondire il tema dei Disturbi dello Spettro Autistico nella prima infanzia. I primi due incontri saranno teorici e daranno la possibilità ai partecipanti di acquisire le conoscenze necessarie per poter identificare le anomalie comportamentali che potrebbero condurre ad una diagnosi di DSA e verranno presentati i principali strumenti e metodologie per favorire l’inclusione di questi bambini. Nel terzo e quarto incontro invece, verranno presentati dei casi concreti sui quali riflettere e discutere in gruppo al fine di presentare strumenti e metodologie che possono essere incrementati nei vari contesti educativi per migliorare la capacità di affrontare una situazione o un problema.

Obiettivi

Identificare tramite l’osservazione i principali comportamenti che potrebbero condurre ad una diagnosi di DSA.
Verranno quindi presentati quei comportamenti in cui solitamente in bambini con DSA differiscono dai bambini con sviluppo tipico.

Conoscere e utilizzare il manuale “Campanelli Verdi e Rossi”.
Attraverso semplici schede illustrate, guida i professionisti all’osservazione sfruttando la possibilità di osservare i bambini in un gruppo di pari.

Descrivere e comunicare quanto osservato in maniera efficace.
È fondamentale acquisire degli strumenti adeguati per arrivare ad una descrizione oggettiva che aiuterà poi a poter comunicare in maniera efficace informazioni importanti.

Sapere a chi rivolgersi per confronto o sostegno.
La conoscenza delle risorse presenti sul territorio è uno strumento importante che può facilitare nella pratica lavorativa.

Organizzare lo spazio in modo “inclusivo”.
Gli strumenti messi a disposizione per i bambini con difficoltà possono essere un mezzo facilitatorio per tutti i bambini/ragazzi presenti nello spazio condiviso.

Metodologie e strumenti inclusivi.
Gli strumenti adottati vengono pensati per i bambini con bisogni particolari. È importante che queste metodologie vengano incluse per tutti e che tutti possano usufruirne indistintamente.

Contenuti

Segnali precoci di DSA.
Verranno descritte le principali anomalie comportamentali nell’ambito della comunicazione, dell’interazione sociale, del gioco e della sensorialità.

Descrivere e comunicare in maniera efficace.
L’osservazione all’interno del gruppo di pari è una risorsa importante per poter osservare e descrivere i comportamenti in maniera efficace.

L’inclusione nei contesti educativi: metodologie e strumenti.
Strumenti utilizzati per raccogliere dati concreti che consentono di analizzare in modo oggettivo le dinamiche di gruppo e individuali del bambino nel contesto specifico.

Analizzare situazioni concrete.
Analisi e presa a carico di situazioni particolari di casi concreti. Accompagnamento e sviluppo di strumenti per fornire un concreto supporto nella quotidianità lavorativa per il personale educativo.

Metodologia didattica

  • Lezione frontale
  • Condivisione di esperienze
  • Discussione e analisi di situazioni
  • Cooperative learning
  • Lavoro a gruppi

Destinatari

Direttori/Responsabili e personale educativo, anche in formazione, dei nidi d’infanzia e dei centri extrascolastici.

Requisiti

Nessuno in particolare

Partecipanti

Massimo 16

Controllo dell’apprendimento

Attraverso feedback durante il corso

Attestato

A fine formazione verrà rilasciato un attestato di partecipazione pari a 8 ore. Per l’ottenimento dell’attestato è condizione indispensabile aver partecipato almeno all’80% del totale complessivo delle ore di formazione.

Luogo, data e orario

Martedì 5 e 12 aprile, 3 e 10 maggio 2022, dalle 17.30 alle 19.30, presso la sede di ATAN

Costo

Soci ATAN: 120 CHF

Non soci: 150 CHF

Formatrici

Chiara Lombardoni, pedagogista specializzata (diploma in Pedagogia Curativa Clinica). Dal 2005 lavora presso la Fondazione ARES, si occupa di interventi riguardanti bambini nella prima infanzia e accompagnamento dei genitori. In questi anni ha svolto molte diverse formazioni continue in particolare nell’ambito dell’analisi del comportamento applicata (ABA).

Maddalena Careddu, laurea magistrale in scienze dell’educazione degli adulti e Master in Autismo e disturbi dello sviluppo, basi teoriche e tecniche di insegnamento comportamentali. Master of Advanced Studies in Pedagogia e didattica speciale. Docente e pedagogista lavora da diversi anni nell’ambito dell’inclusione, disabilità e gestione di situazioni difficili nell’ambito educativo.

Torna su