Descrizione

“Quando una madre aborigena si accorge che la sua bambina tenta le prime parole, le lascia toccare “le cose” di quella terra: foglie, frutti, insetti”.

(tratto da Elinor Goldschmied, Sonia Jackson, Persone da zero a tre anni, Crescere e lavorare nell’ambiente del nido, Edizioni Junior, 1996).


Il Cestino dei Tesori è una proposta di gioco di Elinor Goldschmied per bambini dai 6 ai 9/10 mesi, da quando conquistano la posizione seduta e la privilegiano ad altre posture e provano piacere a stare seduti da soli.

Viene proposto un cesto con forma e dimensioni ben precise contenente una varietà molto ampia di oggetti, di casa e di uso comune, nessuno di plastica: oggetti di legno, metallo, stoffa, gomma, lisci, ruvidi, pesanti, leggeri, caldi, freddi... che stimolano i cinque sensi ma in particolare il tatto e l’oralità che sono i due sensi che il bimbo ha già molto sviluppati alla nascita e che usa in maniera privilegiata per tutto il primo anno di vita: tocca, manipola e mette in bocca!

Il materiale ricco e vario del Cestino dei Tesori permette al bambino di variare la sua esperienza sensoriale e possiamo immaginare che di fronte a questi oggetti il bambino si ponga la domanda: cos’è questo? Iniziando la sua esplorazione per scoprirlo. Lo guarda, lo tocca, lo lecca, lo succhia, lo morde, lo scuote, lo batte, lo lascia e lo riprende. Se lo passa da una mano all’altra o tenendo un oggetto per mano fa una scelta ora per l’uno ora per l’altro oggetto. Il Cestino dei Tesori apre un mondo di possibilità esplorative e cognitive.


I partecipanti a partire dall’introduzione teorica, avranno la possibilità di esplorare i materiali del Cestino dei Tesori utilizzando i loro sensi (verranno adottate misure di attenzione igienico/sanitarie vista la situazione pandemica) condividendo poi in gruppo sensazioni, percezioni, dubbi e perplessità. L’approccio partecipato permetterà loro di conoscere le proprie emozioni/percezioni e di immaginare e verbalizzare quelle riferite ai bambini piccoli. Questa proposta di gioco permetterà di scoprire e approfondire l’importanza di un certo tipo di materiale da gioco per lo sviluppo armonico dei bambini in una situazione affettivamente protetta. Il materiale da gioco nel primo anno di vita oltre e a fianco del Cestino dei Tesori.


Alla fine del corso i partecipanti sapranno preparare con cura un Cestino dei Tesori scegliendo i materiali adatti all’esplorazione dei bambini piccoli e sapranno proporlo in maniera attenta e adeguata al nido, al singolo bambino e al piccolo gruppo osservando la concentrazione e l’attività di ciascuno di loro, posizionandosi in maniera attiva e partecipante, ma staccata dai bambini.


Destinatari

Responsabili/Direttori e personale educativo nidi d'infanzia.

E’ condizione indispensabile aver partecipato precedentemente (o negli anni scorsi) al corso introduttivo "Lo sguardo pedagogico di Elinor Goldschmied nei contesti educativi per la prima infanzia".


Formatrice

Lidia Magistrati, educatrice, coordinatrice di Nido, psicomotricista, consulente educativa per genitori, formatrice per operatori al nido, centri per la prima infanzia e per famiglie. Socia fondatrice e Presidente dell’Associazione ElinorGoldschmied EduCare APS.

Dettagli dell'Evento

Disponibilità:0
Prenotazione fino a:01/10/2021 23:59
Inizia il:16/10/2021 09:30
Termina il:16/10/2021 16:30
Luogo:FORMAS, Giubiasco

Prenotazione

Prenotazione non più disponibile. Completo

Per donazioni o versamento quota o partecipazione corsi:

ATAN Centro La Monda A, Via ala Munda 1/2, 6528 Camorino
Banca Raiffeisen Locarno
IBAN CH68 8080 8004 5856 2053 0
Cto. 65-4671-2

Contatti

Centro La Monda A
Via ala Munda 1/2
6528 Camorino

  • dummy+41 (91) 223 58 60

  • dummy info@atan.ch

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

LogoCampCOVID 19 biancoPer donazioni o versamento quota o partecipazione corsi:

ATAN Centro La Monda A, Via ala Munda 1/2, 6528 Camorino
Banca Raiffeisen Locarno
IBAN CH68 8080 8004 5856 2053 0
Cto. 65-4671-2

Search