CCDSI

Denominazione

Sotto la denominazione “Conferenza Cantonale dei Direttori educativi delle Strutture d’accoglienza per l’Infanzia” (detta in seguito CCDSI) si riuniscono, a norma dell’art. 11 e segg. degli statuti dell’Associazione Ticinese delle strutture d’accoglienza per l’infanzia (detta in seguito ATAN) di cui è organo interno, i direttori delle istituzioni e delle strutture di servizi per l’infanzia.

La CCDSI utilizza il termine “direttori” per definire ambo i sessi e per semplificazione della redazione di testi scritti.

Scopi  e funzioni

La CCDSI:

  1. propone al comitato i nominativi di almeno un rappresentante all’interno del comitato dell’associazione.
  2. Si propone di esaminare temi pedagogici, educativi, tecnici e professionali, nonché di formulare eventuali proposte al comitato ATAN tramite il suo coordinatore.
  3. Collabora efficacemente e sostiene un dialogo continuo tra i direttori istituzionali, proprietari delle strutture e le istituzioni operanti nel settore dell’infanzia come pure altri enti.
  4. Ricerca, promuove e garantisce la partecipazione alla CCDSI al maggior numero di direttori/enti possibile.
  5. Promuove e salvaguarda gli interessi di categoria dal punto di vista pedagogico.
  6. Promuove la pedagogia della prima infanzia e dell’accoglienza extrascolastica.
  7. Viene rappresentata dal coordinatore dell’associazione all’interno del comitato, in seno alle istituzioni formative di categoria, in seno alle commissioni cantonali di politica famigliare e in qualunque altro organo o ente istituzionale.
  8. Esprime proposte e valutazioni all’attenzione del comitato ATAN, per quanto concerne:
  • la formazione e l’aggiornamento di operatori socio assistenziali, di educatori e ausiliari.
  • Le richieste di consulenza pedagogica ed educativa.
  • L’esame di proposte legislative (LFam – regolamento) e documenti pianificatori.

Composizione

Possono far parte della CCDSI tutti i direttori delle strutture d’accoglienza per l’infanzia iscritte ad ATAN e riconosciute ai sensi degli articoli 7 cap.a) e 7 cap. c) della Legge per le Famiglie (2003) e del Regolamento di applicazione alla legge (2005).

Possono partecipare alle riunioni della CCDSI, in qualità di uditori, tutti  gli altri direttori.

Solo gli appartenenti alla CCDSI possono partecipare ai lavori (plenari o di sottogruppo) della stessa e ricevere i verbali degli incontri.

Organizzazione della CCDSI
Il plenum della CCDSI si riunisce di regola almeno 3 volte all’anno.

È convocato:

  1. tramite il suo coordinatore.
  2. Su richiesta del comitato.

In forma straordinaria:

  • tramite il suo coordinatore
  • quando i membri lo richiedano al comitato in forma scritta attraverso il segretariato.

La CCDSI può riunirsi in forma plenaria e/o suddivisa per settori di intervento; categoria di servizio; tipologia di istituzione.

  • Ad ogni riunione della CCDSI o di un sottogruppo viene redatto un verbale, di cui viene trasmessa copia al segretariato ATAN e al suo coordinatore.
  • Viene rappresentata dal suo coordinatore in seno a tutti gli enti ed organismi in cui viene richiesta la sua presenza.
Torna su